Qualche mese fa, F.C. Legnago Salus ha sposato con convinzione ed emozione l’iniziativa lanciata da Lega Pro, affinché il beato Carlo Acutis diventasse il patrono dei giovani calciatori (leggi qui).

Ora, la vicinanza con questa bellissima figura della Fede ha avuto una grande possibilità di rinnovarsi e rafforzarsi, giacché le reliquie di primo livello del beato sono giunte nella chiesa della parrocchia “Sant’Antonio da Padova” di Casette, il quartiere legnaghese che ospita anche lo stadio comunale “Mario Sandrini”, ossia la casa del Legnago Salus.

Una vicinanza doppia, fisica e spirituale, che riempie la nostra realtà di gioia e speranza, e che non può che farci rinnovare l’impegno perché tra i giovani si diffonda la conoscenza di una figura come quella del beato Carlo Acutis, in primis tra i ragazzi che si dedicano al nostro sport.

Nella parrocchia di Casette, tutta la settimana eucaristica appena trascorsa è stata dedicata al beato, e il culmine arriverà domani, quando ci sarà l’affidamento della comunità al “nostro” Carlo Acutis, le cui reliquie rimarranno definitivamente affidate alla chiesa locale.

“L’eucarestia è la mia autostrada per il cielo”, ebbe a dire Carlo Acutis. Un pensiero che non deve andare disperso ma, anzi, diventare il “motto” di più giovani (calciatori e non ) possibili.

 

#SempreForzaLegnago  #LegnagoSalusConCarloAcutis

Please follow and like us: