Alla vigilia del match contro la Fermana il Legnago aveva un unico risultato a disposizione: la vittoria. Risultato centrato, anche se non sufficiente ad evitare l’appendice dei play-out in programma sabato 15 (andata) e sabato 22 maggio (ritorno). La concomitante vittoria del Ravenna sul proprio campo contro il Carpi, maturata nei minuti finali, non ha infatti permesso ai biancazzurri di acciuffare la salvezza diretta, impresa che sembrava possibile fino a pochi minuti dal novantesimo.

La Fermana, schierata in completo giallo, si presenta alla sfida con il Legnago avendo già conquistato la permanenza nella categoria. Legnago in maglia blu con calzoncini azzurri.

Nel primo tempo il Legnago cerca fin da subito di fare la partita e conquista un calcio di rigore al 4’ con Grandolfo che viene atterrato in area: sul dischetto si presenta lo stesso giocatore che non fa sconti all’ex portiere biancazzurro Colombo. Al 18’ altra azione pericolosa del Legnago su cross dalla sinistra di Rolfini che viene intercettato con un braccio da un difensore della Fermana: dal dischetto questa volta è Danilo Bulevardi che trasforma per il 2-0. Al 33’ arriva la terza rete del Legnago dopo un pallone perso dagli ospiti all’altezza del cerchio di centrocampo: contropiede Bulevardi-Morselli-Grandolfo con quest’ultimo che rimane freddo davanti a Colombo e realizza così la sua doppietta personale. Al 42’ la prima occasione da gol per gli ospiti con Boateng che serve Sperotto: il pallone sorvola l’incrocio dei pali. Sul finire della prima frazione gli ospiti accorciano le distanze con un cross di Cais per Iotti che deposita la sfera alle spalle del debuttante portiere biancazzurro Edoardo Corvi, classe 2001, proveniente dalle Giovanili del Parma. Le due squadre vanno al riposo sul risultato di 3-1 in favore del Legnago, che nella prima frazione si è fatto preferire.

Nella ripresa è invece la Fermana a spingere complessivamente di più, mentre il Legnago cerca di gestire il risultato con un occhio a quanto stava avvenendo sui campi di Cesena, dove l’Arezzo è stato sconfitto per 3-0, e soprattutto Ravenna, dove il risultato era in bilico. All’8’ della ripresa Boateng servito da Sperotto calcia sull’esterno della rete. Al 19’ Fermana ancora vicina al gol con Graziano che di testa spedisce la sfera di poco a lato. Al 31’ Palmieri va al tiro da posizione centrale e Corvi si supera nella deviazione in calcio d’angolo. Al 40’ occasione per Giacobbe che manda la sfera di poco fuori. Dopo 3’ di recupero, durante i quali arriva purtroppo per il Legnago la notizia del gol del Ravenna che gela le speranze del Legnago rispetto alla possibilità di evitare i play-out, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi.

Così mister Colella al termine dell’incontro: “Dopo un buon primo tempo, nel quale le motivazioni hanno fatto la differenza, abbiamo cercato di gestire la partita. Noi abbiamo fatto il nostro e sono soddisfatto del percorso fatto fin qui, soprattutto perché abbiamo raggiunto l’obiettivo minimo che ci eravamo prefissati. Adesso dovremo disputare i play-out con due risultati su tre a disposizione. E secondo me siamo anche in buone condizioni fisiche ed atletiche, e questo conta molto”.

Questo il commento dell’attaccante Francesco Grandolfo, autore di due dei tre gol che hanno contribuito al successo biancazzurro: “Oggi abbiamo dato più importanza alla nostra prestazione rispetto al risultato delle altre, c’è un po’ di rammarico perché abbiamo accarezzato fino all’ultimo la possibilità di salvarci direttamente. Dobbiamo anche dire però che dopo la sconfitta interna contro il Gubbio, in pochi avrebbero scommesso che potevamo ancora salvarci senza disputare i play-out. C’è da essere orgogliosi di quanto fatto finora e adesso affronteremo i play-out con grande convinzione e con la consapevolezza di esserci conquistati dei vantaggi sul campo.

I verdetti finali del girone B della Serie C 2020/2021

  • Perugia promosso in Serie B
  • Padova, Südtirol, Modena, FeralpiSalò, Triestina, Cesena, Matelica, Sambenedettese, Mantova e Virtus Verona ai play-off
  • Legnago Salus, Imolese, Fano e Ravenna ai play-out
  • Arezzo retrocesso in Serie D

 

Il programma dei play-out

Sabato 15 maggio (andata): Ravenna-Legnago Salus e Fano-Imolese

Sabato 22 maggio (ritorno): Legnago Salus-Ravenna e Imolese-Fano

 

MAN OF THE MATCH: FRANCESCO GRANDOLFO

Ottima prova la sua, non solo per i due gol ma anche e soprattutto per il supporto fornito ai compagni di squadra nelle principali azioni offensive del Legnago. Doveroso menzionare Luca Zanetti, alla sua seconda presenza in Serie C, per il suo bel contributo alla gestione della gara.

 

TABELLINO

F.C. Legnago Salus: Corvi, Ricciardi, Bondioli, Rolfini (24’st Sgarbi), Giacobbe, Perna (1’st Pellizzari), Zanoli, Grandolfo, Lovisa (5’st Antonelli), Bulevardi (11’st Lazarevic), Morselli (24’st Zanetti). A disposizione: Pavoni, Pizzignacco, Ruggero, Ranelli, Chakir, Mazzali, Buric. Allenatore Giovanni Colella

Fermana F.C.: Colombo, Manzi (1’st Mosti), Manetta (33’st Bigica), Caisa, Iotti, Scrosta, Fabris (13’pt Palmieri), Boateng, Grossi (33’st Grassi), Sperotto (15’st Bonetto), Graziano. A disposizione: Massolo, Neglia, Cremona, D’Anna, Rossoni, Grbac. Allenatore Giovanni Cornacchini

Arbitro: Sig. Luigi Carella della sez. di Bari

Marcatori: 4’pt Grandolfo su rigore, 18’pt Bulevardi su rigore, 34’pt Grandolfo, 45’+1’pt Iotti

Note: partita a porte chiuse nel rispetto delle disposizioni anti-contagio. Ammoniti Scrosta e Manetta.

Recuperi: 2′ + 3′

Please follow and like us: