Nella gara di ritorno dei play-out del campionato di Serie C, il Legnago travolge con un secco 3-0 il Ravenna e conquista così la permanenza in Serie C anche nella prossima stagione. Un successo arrivato dopo la vittoria maturata nella gara d’andata, e soprattutto a coronamento di un’annata importante, la prima in Serie C per il Legnago Salus. La stagione era iniziata con la corsa all’iscrizione al campionato, dopo la rinuncia del Campodarsego. Dopo un’ottima partenza, culminata con la vittoria sulla Triestina per 3-0 e con lo sfiorato colpaccio all’Euganeo di Padova, dove il Legnago era stato a lungo in vantaggio prima di subire il pari a pochi minuti dal termine, la pandemia da Covid-19 ha costretto la squadra biancazzurra a sospendere persino la preparazione, dopo che a metà novembre erano state riscontrate ben 17 positività nel Gruppo Squadra. Nell’ultima parte di campionato la gestione di mister Colella ha fatto cambiare marcia alla squadra biancazzurra; il tecnico ha saputo mantenere alta la concentrazione della squadra e i ragazzi hanno affrontato tutte le partite sempre con la giusta tensione.

Legnago e Ravenna si sono affrontate in questa stagione per ben quattro volte: nella “regular season” il bilancio è di una vittoria biancazzurra per 1-0 e un pareggio per 1-1; l’appendice dei play-out, al di là delle due vittorie biancazzurre, ha dimostrato che nell’arco dei 180 minuti il Legnago è stato complessivamente superiore agli avversari e ha dunque meritato la salvezza conquistata sul campo.

Per la cronaca, il Legnago è partito con l’intenzione di fare la partita: la prima occasione capita al 2’ sui piedi di Rolfini che, solo davanti al portiere, si fa respingere il tiro. Un minuto più tardi sono gli ospiti a rendersi pericolosi ma l’ottimo salvataggio di Ricciardi evita il peggio. All’8’ il gol che porta in vantaggio il Legnago con una prodezza di Bulevardi che scaglia un tiro a giro che si insacca alle spalle di Tomei. Al 30’ un tiro di Grandolfo sorvola di poco la traversa. Al 33’ occasione per il Ravenna dalla distanza con Papa che chiama Pizzignacco al primo intervento importante della sfida. La prima frazione si conclude così con il vantaggio del Legnago per 1-0 sul Ravenna

All’inizio della ripresa due occasioni importanti per gli ospiti: al 6’ Ferretti prova la soluzione da 30 metri: Pizzignacco respinge. Al 19’ colpo di testa di Sereni che termina alto sopra la traversa. Al 23’ arriva il raddoppio biancazzurro con Antonelli che serve Buric, il quale in contropiede fulmina l’estremo difensore del Ravenna per il 2-0. Al 29’ grande parata di Pizzignacco su tiro da fuori area di Ferretti. Al 36’ arriva il gol che chiude la contesa con Bulevardi che insacca la sfera direttamente da calcio d’angolo sorprendendo la difesa dei romagnoli.

Al triplice fischio dell’arbitro, esplode la festa per la meritata vittoria dei giocatori biancazzurri, prima sul terreno di gioco, poi negli spogliatoi.

Mentre la gioia per la prima salvezza conquistata tra i professionisti contagia la piazza principale della città, dove era stato allestito un maxischermo dall’Amministrazione comunale per poter seguire la sfida, in sala stampa l’allenatore del Ravenna, Leonardo Colucci, si assumeva tutta la responsabilità del triste epilogo finale del campionato per la sua squadra.

Queste invece le parole di mister Giovanni Colella: “Sono molto felice per aver contribuito a far raggiungere l’obiettivo della meritata salvezza alla squadra. Con questo traguardo mi sono rimesso in pace anche con me stesso, dopo che lo scorso anno avevo subito un’ingiustizia sulla panchina del Rimini”. Infine, parole di elogio per la società biancazzurra: “E’ la prima volta – conclude Colella – che vedo che viene rinnovato un contratto ad un giocatore infortunato (Stefanelli ndr); significa che qui c’è umanità”.

 

MAN OF THE MATCH: DANILO BULEVARDI

La sua doppietta è stata determinante per raggiungere l’obiettivo della salvezza, oltre ad essere stato spesso nel vivo delle azioni pericolose costruite dai biancazzurri. Menzione speciale per il capitano, Armando Perna, autore, a 40 anni compiuti, ancora una volta di una partita strepitosa. Sarà il preludio ad una nuova stagione?

 

TABELLINO

F.C. Legnago Salus: Pizzignacco, Ricciardi, Bondioli, Yabre, Rolfini (9’st Buric), Giacobbe (33’pt Antonelli), Sgarbi (9’st Chakir), Perna, Zanoli, Grandolfo (9’st Lazarevic), Bulevardi (38’st Ruggero). A disposizione: Corvi, Pellizzari, Ranelli, Zanetti, Lovisa, Mazzali, Morselli. Allenatore Giovanni Colella

Ravenna F.C.: Tomei, Vanacore, Ferretti, Codromaz, Martignago (27’st Marozzi), Sereni, Caidi (1’st Perri), Esposito (16’st Rocchi), Papa, Benedetti (1’st Fiorani), Boccaccini (16’st Alari). A disposizione: Raspa, Albertoni, Shiba, Mancini, Jidayi. Allenatore Leonardo Colucci

Arbitro: Miele di Nola

Reti: 8’pt Bulevardi; 23’st Buric, 36’st Bulevardi

Note: partita a porte chiuse.  Ammoniti Caidi (R), Antonelli (L), Codromaz (R), Perri (R), Pizzignacco (L). Angoli 3-5.

Recuperi: 1’+ 0’.

 

Please follow and like us: