Un risultato pesante e, va detto, anche bugiardo, questo 3-0 che il Legnago Salus ha incassato in quel di Modena. Specie per quanto fatto vedere nella prima frazione di gioco, quando i biancazzurri hanno avuto 4-5 nitide occasioni da gol, soprattutto nella prima mezz’ora, quando sembravano esserci solo capitan Perna (premiato prima del match per i suoi lunghi e importanti trascorsi con la maglia dei “Canarini”) e compagni, in campo.

Pronti via, e su lancio di Yabre, ecco Ciccio Grandolfo convergere da sinistra e far partire un pericoloso diagonale, che esce di poco. Al 9′ altra chance per il nostro numero 24 che, su cross dalla sinistra di Morselli, colpisce di testa a centro area, ma il portiere avversario respinge. Passano cinque minuti, e il Legnago sfiora nuovamente il vantaggio: triangolo Morselli-Giacobbe-Morselli, con quest’ultimo che si infila in area e mette in mezzo, Grandolfo manca l’impatto con il pallone, che arriva però a Bulevardi. Staffilata della mezzala siciliana, respinta sulla linea da un difensore avversario.

Al 18′, servito ancora da Giacobbe, Morselli stavolta si mette in proprio e calcia di sinistro, il portiere del Mondena blocca. 240 secondi dopo, ecco l’occasione più clamorosa per i biancazzurri: lancio dalle retrovie di Bondioli che innesca Giacobbe, che avanza palla al piede e poi fa partire un destro sibillino che centra il palo interno alla destra del portiere, quindi il legno opposto e poi rimbalza sulle mani del portiere.

Bisogna attendere il 35′, per vedere i padroni di casa pericolosi, con un tiro di Muroni che finisce alto. Quattro minuti dopo, si gira bene Spagnoli e calcia di sinistro, la palla esce a lato.
La prima frazione di gioco si chiude, di fatto, con la punizione di Pierini respinta da Pizzignacco, con Muroni che sulla ribattuta manca di poco sopra la traversa, nell’unica vera palla-gol davvero pericolosa del Modena.

Si va dunque al riposo sullo 0-0, con le squadre che al ritorno in campo sono un po’ più compassate, e non si corrono grandi pericoli né da una parte né dall’altra. Passato il primo quarto d’ora, i padroni di casa provano ad alzare i giri e, su una palla non liberata bene dalla retroguardia biancazzurra, l’ex Davide Luppi innesca Pierini in area. Perna si lancia in scivolata per anticiparlo, l’avversario vola a terra e l’arbitro concedere il rigore, tra le vibranti proteste del capitano convintissimo di aver preso il pallone e non l’avversario.
L’arbitro, però, non ha dubbi, sul dischetto va proprio Luppi, che trasforma.

Sei minuti più tardi, su una respinta corta, è sempre il “Pirata” a imbeccare Pierini sul filo del fuorigioco, per il 2-0 dei padroni di casa. Che, 180 secondi più tardi, chiudono il conto con Castiglia, che finalizza un contropiede quattro contro uno.

Non succede null’altro, e al “Braglia” finisce 3-0.

“La verità è che non abbiamo fatto gol nel nostro momento migliore, e la realtà è che abbiamo perso la testa dopo il loro gol, e tutto questo per un rigore che probabilmente anche c’è e comunque, che ci sia o non ci sia, ormai lo ha dato, c’è ancora mezz’ora da giocare, e invece abbiamo perso la testa, e questo è colpa mia, colpa nostra”, è stato il commento a fine gara di mister Giovanni Colella.

 

MAN OF THE MATCH: Fabio MORSELLI

Il fantasista di scuola juventina, forse sentendo aria di derby (essendo lui carpigiano), ce la mette veramente tutta, corre, lotta, recupera, imposta e mette il piede in tre delle occasioni clamorose con cui il Legnago, nel primo tempo, poteva dare ben altro sbocco al match.
Menzione, doverosa, per capitan Perna, che festeggia (più o meno…) quarant’anni nella “sua” Modena, lottando fino all’ultimo

 

TABELLINO

F.C. Modena: Gagno; Mattioli, Ingegneri, Pergreffi, Mignanelli; Muroni (74′ Prezioso), Gerli, Corradi (83′ Bearzotti); Luppi, Spagnoli (74′ Castiglia), Pierini (83′ Scappini). A disposizione: Narciso, Chiossi, Gobbi, Varutti, Davì, Sodinha, Monachello. All. Mignani

F.C. Legnago Salus: Pizzignacco; Zanoli (77′ Pellizzari), Bondioli, Perna, Girgi; Antonelli, Yabre (51′ Lovisa), Bulevardi (72′ Rolfini); Giacobbe (72′ Buric), Morselli; Grandolfo (77′ Sgarbi). A disposizione: Pavoni, Corvi, Mazzali, Zanetti, Ruggero, Lazarevic, Chakir. All. Colella

Arbitro: sig. Ubaldi (Roma 1)

Marcatori: Luppi rig. 67′, Pierini 73′, Castiglia 75′

Note: partita a porte chiuse nel rispetto delle disposizioni anti-contagio. Ammoniti: Grandolfo (LS), Spagnoli (M), Perna (LS), Prezioso (M)

Recuperi: 2′ + 5′

Please follow and like us: