Il Legnago sperava di chiudere in modo diverso l’anno solare che sta per concludersi. Ad Arezzo è maturato un pareggio che muove la classifica, ma che allo stesso tempo serve a poco ai biancazzurri per discostarsi significativamente dalla zona play-out. Dopo un buon primo tempo, nel quale il Legnago trova il gol del vantaggio con Luppi, la squadra biancazzurra cala nella ripresa, in particolare nell’ultima mezz’ora, e permette all’Arezzo di portarsi stabilmente dalle parti di Pizzignacco. Anche l’arbitro dà poi una mano ai toscani inventando un rigore per un presunto intervento di Morselli. Finale nervoso, con lo stesso Morselli che si fa espellere per una gomitata.

Il Legnago parte con l’intenzione di fare la partita e al 5’ riconquista palla con Luppi che poi va al tiro: conclusione deviata in angolo. All’8’ Giacobbe prova la conclusione da buona posizione: palla sull’esterno della rete. Un minuto più tardi cross di Luppi per Antonelli che conclude: para il portiere toscano. Al 14’ Legnago nuovamente pericoloso su calcio di punizione di Bulevardi con il pallone che termina di poco sopra la traversa. Al quarto d’ora la prima occasione pericolosa dell’Arezzo su tiro di Belloni: il pallone esce di poco alla destra di Pizzignacco. Il Legnago passa in vantaggio al 35’: Chakir riconquista palla sulla tre-quarti, sponda di Bulevardi per Luppi che mette in rete alle spalle del portiere Sala. Al 37’ seconda palla-gol per l’Arezzo sugli sviluppi di un corner: Baldan da ottima posizione calcia alto. Al 40’ Legnago vicino al possibile raddoppio con Chakir servito da Antonelli: il pallone attraversa tutta l’area di rigore, poi interviene la difesa toscana. Al 43’ contropiede aretino con Cutolo che calcia di poco a lato. Il primo tempo si chiude con il Legnago in vantaggio per 1-0 sull’Arezzo.

All’inizio della ripresa è ancora il Legnago ad essere più pericoloso rispetto ai locali, ma con il passare dei minuti la pressione degli amaranto aumenta. Al 2’ un calcio di punizione battuto da Belloni viene neutralizzato da Pizzignacco. Al 4’, sugli sviluppi di un corner, Antonelli viene anticipato al momento di concludere. All’11’ un tiro di Giacobbe finisce fuori. Al 13’ incursione di Zanoli che manda in affanno la difesa aretina. Da qui in poi i toscani vanno all’assalto alla ricerca del pareggio. Al 21’Di Paolantonio va al tiro: pallone deviato in corner. Passa un minuto e Pizzignacco si supera respingendo un colpo di testa di Baldan diretto in porta. Al 25’ l’Arezzo reclama un rigore per un presunto tocco con un braccio di Zanoli. Al 27’ Luppi serve Bulevardi che calcia ma trova la deviazione di un difensore locale. Al 29’ Di Nardo incorna alto. Al 35’ l’Arezzo è pericoloso con una serie di calci d’angolo, ma Pizzignacco non si fa sorprendere. Al 39’ Morselli batte un calcio di punizione che termina fuori di poco. Due minuti più tardi l’episodio chiave: l’arbitro valuta da rigore un presunto contatto in area tra Morselli e Benucci scatenando le proteste biancazzurre che sembrano essere giustificate anche dalle immagini della partita. Sul dischetto si presenta Cutolo che spiazza Pizzignacco per l’1-1. Nel finale di gara il nervosismo prende il sopravvento e Morselli viene espulso per una gomitata su Foglia. Il risultato non cambia più e il Legnago si deve accontentare del pareggio.

Dopo un ciclo di sei partite in 18 giorni, per i biancazzurri sfuma quindi nel finale (non solo per demeriti propri) un’altra possibilità di ottenere tre punti. Dopo la sosta, i biancazzurri riprenderanno la preparazione sabato 2 gennaio al “Sandrini”; il campionato riprenderà domenica 10 alle 17.30 con la gara interna contro il Modena.

Fonte foto: Amaranto Magazine

 

MAN OF THE MATCH: DAVIDE LUPPI

Ha il merito di portare in vantaggio il Legnago spezzando l’equilibrio che durava da 20 minuti e di rendersi utile in altre buone azioni. Menzione speciale per Francesco Antonelli, che ha dato un ottimo apporto qualitativo al centrocampo biancazzurro.

 

TABELLINO

S.S. Arezzo: Sala, Arini (23’st Foglia), Maggioni (23’st Benucci), Baldan, Cherubin, Di Paolantonio, Sussi (9’st Di Nardo), Luciani, Zuppel, Cutolo, Belloni. A disposizione: Loliva, Merola, Aly, Soumah, Bortoletti, Gagliardotto. Allenatore Andrea Camplone

F.C. Legnago Salus: Pizzignacco, Pellizzari, Antonelli, Bondioli, Girgi, Giacobbe (18’st Morselli), Chakir (19’st Rolfini), Gasperi (6’st Ranelli), Luppi (35’st Grandolfo), Zanoli, Bulevardi (35’st Ruggero). A disposizione: Pavoni, Colombo, Ricciardi, Ferraro, Senese, Zanetti, Mazzali. Allenatore Massimo Bagatti

Arbitro: Sig. Maggio della sez. di Lodi

Marcatori: 35’pt Luppi, 43’st Cutolo su rigore

Note: partita a porte chiuse nel rispetto delle disposizioni anti-contagio. Ammoniti Arini, Luppi, Cherubin, Morselli, Rolfini e l’allenatore Camplone. Al 44’st espulso Morselli per una gomitata a Foglia.

Recuperi: pt. 0′, st. 5′.

Please follow and like us: