Il Legnago ottiene il terzo risultato utile consecutivo in campionato dopo il pareggio esterno a Pesaro e la convincente vittoria di domenica scorsa contro il Ravenna.

Al “Gavagnin-Nocini” di Verona nel primo turno infrasettimanale della stagione è andato in scena un derby in cui le due formazioni hanno lottato su ogni pallone, con poche occasioni da gol eclatanti. Nei primi 20’ di gioco meglio il Legnago, poi cresce la Virtus anche se i biancazzurri trovano nel finale di tempo una nitida occasione da rete. Nella ripresa inizia meglio la Virtus, anche se il Legnago grazie ad un’ottima prova in fase difensiva riesce a contenere gli assalti rossoblù. Nel finale il Legnago sembra star meglio fisicamente rispetto agli avversari, ma è la Virtus ad avere l’occasione da rete migliore. Legnago in divisa biancazzurra, Virtus in completo rosso.

Pronti-via ed è pericoloso subito il Legnago al 2’ con Giacobbe: il suo tiro è bloccato da Giacomel. All’8’ punizione per la Virtus Vecomp: la battuta di Danti termina sul fondo. Al 12’ si rivede il Legnago in avanti con una conclusione angolata di Grandolfo, su cui il portiere rossoblù interviene anticipando Antonelli e Rolfini. Due minuti più tardi tiro-cross di Ricciardi parato da Giacomel. Al 21’ punizione dalla tre quarti di Bulevardi, la difesa della Virtus ribatte. Al 28’ tiro di Pittarello di poco a lato. Al 30’ Bentivoglio calcia improvvisamente dalla distanza: il pallone termina fuori. Al 41’ Rolfini serve Giacobbe in area, ma la difesa rossoblù recupera. Al 44’ la più nitida occasione da gol per il Legnago con Grandolfo da fuori area che manda il pallone a lato.

Nella ripresa al 3’ fallo di Bulevardi e punizione per la Virtus: batte Bentivoglio ma la retroguardia legnaghese non si fa sorprendere. Al 12’ ancora protagonista la difesa biancazzurra che si salva su un calcio di punizione battuto da Danti. Al 18’ Giacobbe servito da Yabre va al tiro: si salva in quest’occasione la Virtus. Al 25’ su una mischia in area la Virtus reclama un calcio di rigore per un presunto fallo di mano di un giocatore del Legnago: l’arbitro non è di questo avviso. Al 41’ azione insistita del Legnago con conclusione di Sgarbi che il portiere Giacomel respinge di pugno. Al 44’ un calcio di punizione battuto da Ranelli finisce sopra la traversa. In pieno recupero l’occasione migliore della partita per la Virtus: combinazione tra Pittarello, Arma e Delcarro, con quest’ultimo che di sinistro conclude fuori. La partita si chiude quindi sul risultato di 0-0.

Giovedì 8 ottobre i ragazzi di mister Bagatti riprenderanno subito la preparazione in vista dell’impegno casalingo di domenica pomeriggio alle ore 15.00 contro la Triestina.

 

MAN OF THE MATCH: Andrea Bondioli

In una partita di lotta e con poche emozioni, la sua prova in fase difensiva è di grande spessore, sia a livello di organizzazione del reparto, sia in fase di impostazione. Dalle sue parti non passa nulla. Menzione speciale per Francesco Antonelli: sempre al posto giusto quando serve, “Anto” ha offerto una prova brillante senza sbavature.

 

TABELLINO

Virtus Vecomp-Legnago 0-0

Virtus Vecomp: Giacomel, Visentin, Daffara, Bentivoglio (22’st Lonardi), Delcarro, Danti (22’st Carlevaris), Pittarello, De Rigo (1’st Cazzola), Amadio, Pellacani, Zarpellon (32’st Arma). A disposizione: Chiesa, Sibi, Pinto, Mazzolo, Danieli, Marcandella, Bridi, Zecchinato. Allenatore Luigi Fresco.

Legnago Salus: Pizzignacco, Ricciardi, Antonelli, Bondioli, Yabre, Rolfini (33’st Chakir), Giacobbe (46’st Carannante), Perna, Zanoli, Grandolfo (33’st Sgarbi), Bulevardi (13’st Ranelli). A disposizione: Pavoni, Colombo, Pellizzari, Girgi, Sgarbi, Ferraro, Zanetti, Ruggero, Morselli. Allenatore Massimo Bagatti

Arbitro: Eugenio Scarpa sez. di Collegno

Note: ammoniti Perna, Antonelli, Bulevardi, Ranelli, Cazzola. Spettatori 300 circa. Calci d’angolo 1-2.

Recuperi: pt. 2’, st. 4’.

Please follow and like us: