Prosegue il mercato del Legnago dopo i nuovi acquisti presentati la scorsa settimana. Oggi nel Media House dello stadio “Sandrini” di Legnago è stata la volta dell’attaccante Francesco Grandolfo, del difensore Stefano Pellizzari e del centrocampista Gabriele Carannante, alla presenza del vicepresidente Giorgio Schiavo e del Direttore Generale Mario Pretto.

Francesco Grandolfo è stato presentato come un attaccante che conosce bene la categoria della Serie C, che partecipa sia alla fase di possesso sia di non possesso e che si trova qui per rilanciare la sua carriera professionistica. Mister Bagatti propone un modulo di gioco che esalta le sue doti. Nella scorsa stagione ha militato in Serie C con la Sambenedettese.

Stefano Pellizzari è un centrale difensivo che può giocare anche a sinistra o a destra, e permette quindi al mister di cambiare assetto difensivo a seconda della necessità. È insomma un giocatore particolarmente duttile. Nella scorsa stagione ha militato nella Reggiana.

Gabriele Carannante è una mezzala, ma può ricoprire all’occorrenza anche altri ruoli a centrocampo. Proviene dal Settore Giovanile del Parma, ha iniziato la sua carriera in Serie D con presenze importanti e lo scorso anno ha giocato nella Pianese in Serie C.

Queste le prime parole dell’attaccante Francesco Grandolfo: “Sono contento di essere qui; ho scelto questo progetto per rilanciarmi e riaffermare le mie caratteristiche. Ho trovato fin da subito un gruppo di ragazzi e una società seri, che stanno svolgendo un buon lavoro”. In merito all’inizio della sua carriera, Grandolfo dichiara: “A 18 anni avevo trovato l’accordo con il Chievo, dove ho fatto un percorso travagliato. Dopo un anno ho subito un infortunio piuttosto pesante e sono stato fermo per un altro anno. Poi, pian piano, sono ripartito”. Alla fine, riserva parole di elogio per mister Bagatti: “Sa mettere gli attaccanti nelle condizioni di poter vedere la porta, nel senso che insiste su alcuni movimenti che nello sviluppo di gioco portano gli attaccanti appunto a vedere la porta”. Sul livello attuale della squadra, Grandolfo conclude: “Affrontare la Serie C avendo un’organizzazione di gioco è una buona base di partenza”.

Successivamente ha preso la parola Stefano Pellizzari: “Credo che il Legnago fosse per me la scelta migliore in questo momento: il progetto è chiaro, così come i concetti del mister. Nelle amichevoli affrontate finora sinceramente non ho visto grandi differenze con le altre squadre, soprattutto sul piano del gioco e dell’intensità. Nella mia carriera ho provato un’emozione molto bella con la Reggiana nel vincere il campionato, mentre alla Juve ho respirato un clima di competitività”.

Infine si è presentato Gabriele Carannante: “Anch’io sono ovviamente soddisfatto di essere qui e ho trovato un gruppo di ragazzi seri. Nel periodo in cui sono stato a Cerignola ho disputato il Torneo di Viareggio. Come mezz’ala mi pongo l’obiettivo personale di cercare di fare qualche gol, ma è importante anche aiutare il gruppo”.

Ha concluso la presentazione il vicepresidente Giorgio Schiavo: “Come Società siamo molto contenti dei ragazzi che sono arrivati e anche del fatto che il Legnago è arrivato in Serie C nell’anno del centenario della sua fondazione. Fin dallo scorso anno abbiamo apprezzato il lavoro dell’allenatore che è il fulcro del progetto tecnico. Con il Presidente abbiamo ribadito l’intenzione di non fermarci all’obiettivo della salvezza ma di puntare in alto”.

 

#SempreForzaLegnago  #LegnagoForza100

Please follow and like us: