Non pensiamo di peccare di presunzione, se sosteniamo che contro l’Union Feltre questo Legnago Salus avrebbe meritato più del punto conquistato con l’1-1 contro i rossoverdi, che complessivamente ci hanno soffiato ben 4 punti, tra andata e ritorno.

E sebbene l’Union sia partita subito fortissima, andando in vantaggio dopo appena 6 minuti grazie al colpo da biliardo di Stevanin, che da sinistra faceva partire un tiro da mirino laser, finito proprio nell’angolino opposto, poi è stato praticamente un dominio biancazzurro.
E infatti, dopo dieci minuti, ecco che il Legnago sfiora il pari, con Barone che si trova a tu per tu con Corasaniti, bravo a chiudergli lo specchio della porta. Sul capovolgimento di fronte, Tonani si ritrova a calciare praticamente un rigore in movimento, sparando clamorosamente fuori.

Trenta secondi più tardi il Legnago trova il pari, con un’azione insistita ai limiti dell’area feltrina, tiro da fuori sul quale Corasaniti vola, ma la palla finisce a Giacobbe che si gira e calcia a rete, siglando l’1-1.

Il pari spegne gli entusiasmi degli ospiti e galvanizza i biancazzurri, che iniziano a prendere possesso del campo e del gioco.

Alla mezz’ora, bello scambio sulla sinistra tra Giacobbe e Mazzali, palla a Chakir che serve Barone, ma la difesa feltrina riesce a chiuderlo abbastanza per fargli eseguire un tiro telefonato, sul quale Corasaniti si tuffa in presa senza particolari apprensioni, così come tre minuti più tardi su una punizione dal limite di Cicarevic per un presunto fallo di mano, protestando per il quale Arvia si becca l’ammonizione.

Passano sessanta secondi, ed è ancora il numero uno feltrino a mettersi in mostra, anticipando di un soffio Chakir, su un lancio dalle retrovie.

Il portiere classe ’99 è protagonista assoluto anche al 38’, quando su un tiro a giro da fuori area di Giacobbe è bravissimo a deviare in angolo.

Il Legnago paga lo sforzo per ribaltare il match sul finale di tempo, quando il Feltre torna ad essere pericoloso: al 40’ l’occasionissima ce l’ha Proia, la cui deviazione ravvicinata trova pronti i riflessi di Enzo.

Quindi, al 43’, ci pensa Demian a liberare l’area da un pericoloso pallone vagante, sul quale nessun giocatore rossoverde riesce ad intervenire per il tocco vincente, e si va quindi negli spogliatoi sull’1-1.

La ripresa è più equilibrata, con il Legnago che ha un’occasione d’oro alla mezz’ora, ma Finessi calcia altro. E altrettanto fa Veratti, in pieno recupero, per quello che sarebbe stato un velenosissimo gol dell’ex.

Ma fortunatamente non va così, e al fischio finale è ancora parità.

 

Ecco le parole di mister Bagatti a fine gara: “Il risultato non mi soddisfa perché abbiamo fatto una prestazione di buonissimo livello. La prestazione è stata importante: abbiamo giocato bene contro una squadra forte, perché non dimentichiamo che l’Union Feltre è una squadra forte, e bisogna guardare alle prestazioni. Con l’Este hanno fatto meglio loro di noi e abbiamo vinto 3-0, oggi noi abbiamo fatto meglio dell’Union Feltre ma abbiamo fatto 1-1, e non è che oggi non abbiamo avuto le occasioni da gol, le abbiamo avute, ma bisogna fare gol. Meritavamo sicuramente più di loro per occasioni da gol, per episodi creati, eccetera, per predominio del campo. Ripeto, io devo valutare la prestazione, e la prestazione è super positiva; poi è chiaro che se davanti la porta facevamo gol eravamo qua a commentare una vittoria, non abbiamo fatto gol ed è saltato fuori un pareggio. Però prestazione di ottimo livello. Io devo valutare la prestazione: come dice Zeman, la prestazione non è mai casuale, il risultato a volte sì. E diciamo che oggi il risultato è un po’ casuale. Non era un risultato giusto il 3-0 di Este, come non è un risultato giusto quello di oggi, perché loro hanno fatto quel tiro e quel gol, mentre noi abbiamo avuto diverse occasioni, più qualche episodio anche un po’ dubbio però ci sta, e abbiamo pareggiato. Ma questa squadra sta facendo un percorso incredibile, anche oggi contro avversari più esperti e di buonissimo livello lo ha dimostrato. Hanno fatto una partita di grande livello, e quindi bisogna solamente dire a questi ragazzi che stanno facendo un percorso incredibile, bisogna continuare a crescere, abbiamo ancora tre mesi di lavoro, e quello che a noi preme e che arriviamo a maggio ancora più forti di quanto siamo adesso, poi dove saremo in classifica lo vedremo a maggio”.

 

TABELLINO
Legnago Salus: Enzo, Demian, Mazzali, Antonelli (29′ st Ranelli), Bondioli,Moretti, Giacobbe (38′ st Sabba), Yabre, Barone (23′ st Broso), Cicarevic, Chakir (23′ st Finessi).
A disp.: Zanchetta, Forestan, Contri, Botturi, Miatton. All. Massimo Bagatti.

Union Feltre: Corasaniti, Gjoshi (23’ st Salvadori), Stevanin, De Carli, Trevisan, Bran, Parasecoli (32’ st Veratti), Arvia, Tonani, Proia, Aperi (38’ st De Paoli).
A disp.: Avgul, Gusatto, Vettorel, Bordin, Caser. All. Sandro Andreolla

Arbitro: sig. Colaninno, sez. di Nola

Reti: 6’ pt Stevanin (UF), 17’ pt Giacobbe (LS)

Ammoniti: Avria (UF), Proia (UF), Demian (LS)

Espulsi: nessuno

Recupero: 0′ e 4′

 

Man of the Match: Mirko GIACOBBE
Segna il gol dell’1-1, ha un’altra bella occasione, crea, cuce, suggerisce, inventa. In crescita costante.

 

#SempreForzaLegnago

Please follow and like us: