…ed ecco arrivare la prima sconfitta di questo 2020, per il nostro Legnago Salus.

Un evento che, al di là del dispiacere per aver interrotto l’imbattibilità, infastidisce per il modo in cui è arrivato, con il Cjarlins Muzane che ha fatto un solo tiro in porta, quello dell’1-0 con cui il match si è concluso, rispetto alla varietà di occasioni, più o meno pericolose, capitate sui piedi e sulle teste dei biancazzurri.

Ma tra sfortuna, qualche errore di precisione e, soprattutto, un paio di interventi importanti del portiere avversario, i ragazzi di mister Massimo Bagatti si sono viste costretti a far rientro alla base con le pive nel sacco.

Il Legnago parte subito forte, e al 4′ Chakir di testa manda di poco alto.
Un minuto dopo Antonelli recupera palla sulla trequarti avversaria e la dà a Giacobbe che si incunea in area per il cross basso, il portiere anticipa tutti.

Gli avversari non si vedono fino al 18′, quando dagli sviluppi di un corner arriva un colpo di testa in mischia alto di non molto.

La partita va quindi in una sorta di stand-by, da cui si riprende al 41′, quando capitan Bondioli si lancia in una chiusura dal tempismo perfetto in area, prima che le cose si facciano parecchio difficili per noi e interessanti per gli avversari.

E’ l’ultimo sussulto prima del rientro negli spogliatoi per l’intervallo.

Nella ripresa, è ancora il Legnago a farsi per primo avanti, di nuovo al 4′ minuto, con Barone che crossa, la difesa avversaria che “buca” il pallone, ma al momento di concludere Chakir svirgola.

L’attaccante marocchino prova a ricambiare il favore 120 secondi dopo, con un cross su cui Barone va di testa, mandando fuori di misura.

Al 9′ Tacco di Cicarevic per Giacobbe che serve Antoneli, il cui tiro esce di un niente

All’11’ Barone fa tutto da solo, con un bel diagonale che attraverso tutto lo specchio della porta avversaria, non trovando né una deviazione vincente, né prendendo il giro giusto per rotolare in rete.

Un minuto più tardi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, un avversario rischia l’autogol.

I biancazzurri stanno producendo il massimo sforzo, sentono che il gol è nell’aria, ma al 18′ arriva la doccia fredda: Kabine riesce a sorprendere la nostra retroguardia, servendo poi il neo-entrato Santi, il cui bolide si infila dove Enzo non può arrivare, ed è il vantaggio friulano.

Il Legnago prova a reagire, Bagatti tenta di ribaltare la situazione con i cambi, ma il Cjarlins si chiude bene e trovare un pertugio è difficile.

Ci si avvia così al 90′ e oltre, dato che il direttore di gara assegna 6 minuti di recupero: all’ultimo di questi, capitan Bondioli, avanzato nel ruolo di centravanti, trova un perfetto colpo di testa nell’area piccola, ma il portiere avversario riesce a tirar fuori l’ultimo colpo di reni, spostando il pallone dall’incrocio dei pali ad appena sopra la traversa.

Finisce così con il Cjarlins Muzane che, dopo la capolista Campodarsego, batte anche la seconda forza del campionato.

 

 

TABELLINO
Cjarlins Muzane: Sourdis, Ndoj (14’ st Santi), Facchinutti (20’ st Zuliani), Tobanelli, Tonizzo, Migliorini (37’ st Fabbro), Comisso (1’ st Lugnan), Pez, Kabine, Longato (36’ pt Buratto), Bussi.
A disp.: Calligaro, Dussi, Burba, Gubellini. All.: Massimiliano Moras

Legnago Salus: Enzo, Demian, Mazzali, Antonelli (21’ st Broso), Bondioli, Moretti, Giacobbe (47’ st Contri), Yabre (29’ st Ranelli), Barone (47’ st Sabba), Cicarevic, Chakir (14’ st Finessi).
A disp.: Wangue, Forestan, Botturi, Leoni. All.: Massimo Bagatti

Arbitro: sig. Vogliacco, sez. di Bari

Reti: 18’ st Santi (CM)

Ammoniti: Sourdis, Kabine (Cjarlins Muzane); Antonelli, Bondioli, Yabre e Chakir (Legnago Salus)

Espulsi: nessuno

Recupero: 1′ e 6′

 

Man of the Match: Andrea BONDIOLI
Sempre attento e preciso, a fine primo tempo sbroglia una situazione alquanto scabrosa. Sul finale della ripresa finisce da centravanti, sfiorando di un nulla la rete che avrebbe salvato almeno in parte la giornata.

 

#SempreForzaLegnago

Please follow and like us: