E’ un Legnago Salus tanto bello quanto corsaro, quello che sbanca Tamai e si porta a -6 dalla vetta.
I ragazzi del tecnico Massimo Bagatti si impongono con uno 0-2 che poteva essere anche più largo, e senza correre mai veri e propri pericoli, imponendo il proprio gioco e i propri ritmi, rintuzzando le brevi fiammate avversarie e dimostrandosi sostanzialmente padroni del campo.

I biancazzurri si dimostrano subito volenterosi di far capire chi comanda, e dopo dieci minuti arriva la prima occasione: Cross da destra di Barone per Broso, che appoggia al limite dell’area per Antonelli, che calcia però a lato.

Al 13′, sugli sviluppi di un corner, batti e ribatti nell’area piccola del Tamai, ma alla fine i padroni di casa riescono a liberare.

Al 15′, unica azione pericolosa per le “Furie Rosse”, con un cross da sinistra che attraversa tutta la nostra area.

Un giro di lancette, e tocca nuovamente al Legnago dimostrarsi pericoloso: doppio calcio d’angolo, sul secondo Bondioli colpisce di testa, il portiere para.

A metà primo tempo il Legnago è in vantaggio: Cicarevic ruba palla a centrocampo e si lancia in campo aperto sulla trequarti avversaria. Serve Giacobbe che con una magia pesca tutto solo in area Antonelli che insacca per lo 0-1!

Doppia occasione in un minuto, tra il 38′ e il 39′ per il Legnago: prima, su punizione bassa di Cicarevic, palla a Giacobbe che si inserisce in area e il cui tiro esce di un niente. Quindi Barone, dopo aver scavalcato il portiere, non riesce a trovare lo specchio della porta.

Tre minuti più tardi, ci pensa capitan Bondioli a chiudere il conto: corner di Cicarevic, spizzata di testa di Broso e inzuccata vincente del nostro difensore centrale!

Passano 120 secondi e si sfiora la terza rete, quando Giacobbe manca per un soffio l’impatto col pallone su cross di Forestan, e si fa quindi al riposo sul doppio vantaggio.

Nella ripresa, il Tamai prova a metterci qualcosa in più, e al 3′ ha una clamorosa occasione quando il diagonale di Arcon attraversa tutto lo specchio della porta senza però entrare, né trovare la deviazione vincente.

Scampato il pericolo, il Legnago riprende il controllo del match, cercando di aumentare il proprio vantaggio fino alla fine: basti pensare che al ’90 sfiora la rete Ranelli, dopo un interessante spunto personale e un bel triangolo con Antonelli. Che, a sua volta, due minuti più tardi sfiora la doppietta.

Prima ci sono il bel diagonale di Barone al 10′, fuori di poco, e quello di Chakir al 17′, per ancora meno.

Quindi, al 24′, una pennellata su punizione di Cicarevic, alta di un niente.

Insomma, un Legnago che ci ha provato sempre e comunque, e alla fine i 3 punti sono decisamente meritati!

 

“Abbiamo fatto un primo tempo di buon livello – ha dichiarato mister Bagatti a fine gara – giocando con grande intensità, grande pressing, e potevamo anche arrotondare di più il risultato. Nel secondo tempo, invece, siamo un po’ calati, e i ragazzi non mi sono piaciuti al 100%, potevano fare un po’ meglio, ma il primo è stato un primo tempo importante”.

 

TABELLINO
Tamai: Pirana, Pessot, Pramparo, Marmiroli (35’ st Crivaro), Colombera, Dukic, Farinon (1’ st Tamponi), Borgobello (11’ pt Rabbas; 1’st Mortati), Urbanetto, Consorti (1’ st Lubian), Arcon.
A disp.: Gavagnin, Pertoldi, Donadello, Piani. All.: Alessandro Lenisa

Legnago Salus: Enzo, Forestan, Mazzali, Antonelli, Bondioli, Moretti, Giacobbe (29’ st Ranelli), Yabre, Barone (14’ st Chakir), Cicarevic (39’ st Sabba), Broso (32’ st Finessi).
A disp.: Zanchetta, Zanetti, Contri, Botturi, Miatton. All.: Massimo Bagatti

Arbitro: sig. Fichera, sez. di Milano

Reti: 22’pt Antonelli, 42’pt Bondioli

Ammoniti: Consorti, Dukic, Mortati, Crivaro (Tamai); Barone, Antonelli, Enzo e Ranelli (Legnago Salus)

Espulsi: nessuno

Recupero: 2′ e 4′

 

Man of the Match: Abdul Meyker “Mek” YABRE
Corre, lotta, sradica, imposta, protesta, chiude, rilancia, riparte. Gli manca solo di far gol e parare, poi è sarebbe veramente l’uomo ovunque.
Molto bene anche il resto del “rombo” di centrocampo, con Cicarevic e Giacobbe particolarmente ispirati e Antonelli il solito “guerriero”, bravo a sbloccare la partita.

 

#SempreForzaLegnago

Please follow and like us: