Grandi emozioni e tanti gol nel turno infrasettimanale del girone C con il Legnago impegnato in trasferta sul campo del Montebelluna.
Il 4-3 finale a favore dei biancazzurri è meritato, anche se la partita poteva essere virtualmente chiusa già dopo 40′ di gioco. Successivamente qualche ingenuità e alcune decisioni arbitrali discutibili hanno riaperto la sfida vinta dal Legnago a pochissimi secondi dal fischio finale con una rete di Francesco Antonelli.

In avvio di gara il Montebelluna ha un maggiore possesso palla, ma le occasioni migliori sono di marca biancazurra. Al 5′ Chakir alza il pallone sopra la traversa da buona posizione. Al 9′ il Legnago passa in vantaggio sugli sviluppi di un corner: capitan Bondioli è libero e insacca di testa alle spalle dell’estremo difensore trevigiano. Al 17′ il Montebelluna reagisce con un colpo di testa di Ndreca che finisce alto di poco sopra la traversa. Al 21′ buona occasione per i biancazzurri con Chakir che servito da Demian viene però anticipato. Al 38′ il raddoppio del Legnago: Yabre recupera un pallone a centrocampo, sponda di Barone per Chakir che scatta sulla fascia destra e con un pallonetto beffa Pigozzo per lo 0-2.
Nei 3′ di recupero della prima frazione non succede più nulla e il Legnago va al riposo forte del doppio vantaggio.

All’inizio della ripresa la partita prende però una piega diversa: dopo una prima occasione fallita da Giacobbe su assist di Cicarevic, al 6′ l’arbitro valuta da rigore un intervento del portiere Enzo su Fasan in area: sul dischetto si presenta Nchama che non fallisce. Al 12′ nel Legnago entra Finessi al posto di Chakir: il cambio si rivelerà poi determinante per l’esito dell’incontro. Al 15′ il pareggio dei padroni di casa: tiro centrale e improvviso di Tronchin che sorprende la difesa biancazzurra: 2-2 su cui pesa però un fallo su Cicarevic ad inizio azione non ravvisato dal direttore di gara. Al 22′ i padroni di casa potrebbero addirittura passare in vantaggio con un tiro-cross di Scevola che attraversa tutta l’area di rigore e si perde sul fondo. Al 25′ su angolo di Botturi, Finessi alza di poco sopra la traversa. Al 28′ la rete del Legnago che cambia l’inerzia della partita arriva su azione fotocopia della precedente e il Legnago si ritrova nuovamente in vantaggio. Al 30′ un intervento su Barone viene inizialmente punito con il calcio di rigore ma l’arbitro non si accorge che il suo secondo assistente aveva segnalato una posizione di fuorigioco: il rigore viene quindi annullato. Al 37′ prima Barone si fa respingere il tiro, poi Finessi colpisce il palo su azione insistita del Legnago. Al 40′ brivido per la difesa biancazzurra su tiro di Fasan che Enzo respinge. Al 42′ Demian interviene in area un po’ ingenuamente su Fasan e l’arbitro concede generosamente il secondo rigore ai padroni di casa che viene trasformato da Passamonti. Sembra finita, ma il Legnago ha ancora la forza di reagire e trova il gol-vittoria nel quinto dei 5′ di recupero concessi dall’arbitro: Broso serve Antonelli che manda il pallone alle spalle di Pigozzo per il definitivo 4-3.
Subito dopo il gol arriva il triplice fischio dell’arbitro che fa esplodere di gioia i giocatori e i sostenitori biancazzurri in una partita ricchissima di colpi di scena.

Domenica prossima Legnago nuovamente in campo: al “Sandrini” arriverà il Mestre dell’ex Luca Rivi.

 

 

Al microfono di Fernando Gaspari mister Massimo Bagatti si presenta disteso e sorridente e commenta: “Oggi abbiamo vinto una partita difficile contro un avversario che ha qualità. Potevamo sicuramente chiudere prima la sfida, ma va sottolineata la forza di questo gruppo di ragazzi seri che si impegnano e lavorano quotidianamente e i frutti si vedono”.

 

TABELLINO
Prodeco Calcio Montebelluna: Pigozzo, Scevola, Vedova (23’ st Da Col), Celestri (8’ st Zago), Zucchini, Caso, Franceschini (33’ st D. Tronchin), Nchama, Ndreca (33’ st Passamonti), Fasan, S. Tronchin.
A disp.: Gava, Biondo, Masi, Shala, Girardi. All.: Loris Bodo

Legnago Salus: Enzo, Demian, Botturi (45’ st Mazzali), Antonelli, Bondioli, Moretti, Giacobbe (29’ st Ranelli), Yabre, Barone (41’ st Sabba), Cicarevic (17’ st Broso), Chakir (12’ st Finessi).
A disp.: Zanchetta, Forestan, Contri, Miatton. All.: Massimo Bagatti

Arbitro: sig. Rizzello, sez. di Casarano

Reti: 13’ pt Bondioli (LS), 38’ pt Chakir (LS); 6’ st Nchama (M) su rigore, 15’ st S. Tronchin (M), 28’ st Finessi (LS), 42’ st Passamonti (M) su rigore, 50’ st Antonelli (LS)

Ammoniti Zucchini (M), Yabre (LS) e Demian (LS)

Espulsi: nessuno

Recuperi: 3′ e 5′

 

Man of the Match: JACOPO FINESSI
Da poche settimane a disposizione dell’allenatore, il giovane attaccante classe 2000 ha il merito di cambiare l’inerzia di una partita che sembrava destinata ad incanalarsi nell’ennesimo 2-2 contro il Montebelluna. Poteva trovare anche la doppietta personale, ma la sua conclusione cozza contro il palo. Tra i (tanti) migliori in campo è doveroso menzionare anche Francesco Antonelli, match winner della sfida contro il Montebelluna, perchè ha svolto un lavoro di grande aiuto ai compagni di squadra nei momenti di maggiore difficoltà.

 

 

#SempreForzaLegnago

Please follow and like us: