E’ stato un match per cuori forti, quello che ha visto i nostri ragazzi prevalere sull’Adriese per 4-3.
Un Legnago Salus maturo, forte mentalmente e a tratti davvero inarrestabile ha piegato la formazione polesana, arrivata in riva al Bussè forte del terzo posto in classifica e di aspettative estive alquanto importanti.

Ma i biancazzurri non sono apparsi affatto intimoriti, dimostrando fino all’ultimo minuto di che pasta sono fatti.

Il primo tempo del match non è stato particolarmente accattivante, a causa soprattutto delle cattive condizioni meteorologiche, con pioggia battente e un forte vento a disturbare la conduzione di palla.

Un paio di azioni pericolose per parte e niente più, dunque, e l’impressione che si sarebbe andati al riposo sullo 0-0.

Invece, nel minuto di recupero concesso dall’arbitro, gli ospiti da rimessa laterale sorprendono la nostra retroguardia, e Busetto di testa insacca lo 0-1 con cui termina la prima frazione di gioco.

Al ritorno in campo, il Legnago trasforma subito positivamente la rabbia per il sorprendente e immeritato vantaggio, e cerca subito di conquistare il pallino del gioco.
E così, all’8′, Barone ruba palla sulla trequarti avversaria e poi innesca Chakir, che con freddezza pareggia il conto.

Passano cinque minuti, e stavolta Barone fa tutto da solo: sassata imprendibile da sinistra verso destra, e sorpasso biancazzurro completato!

Al 32′ è ancora Chakir a trovare la via del gol, e sul 3-1 la gara sembra davvero chiusa.

Ma l’Adriese è squadra ostica, si lancia in avanti e al 38′ accorcia le distanze grazie a un dubbio calcio di rigore, assegnato per un presunto fatto di mano di Botturi.
Sul dischetto va l’ex Florian, che trasforma.

120 secondi più tardi Lo Sicco trova il clamoroso 3-3 che rimette tutto in discussione.

Per il Legnago è una mazzata, ma i ragazzi non demordono, si lanciano in avanti per riconquistare quanto sembrava vanificato, e i loro sforzi sono premiati perché al 44′ Bondioli viene atterrato in area e l’arbitro fischio il calcio di rigore.
Del penalty si incarica Di Paolo, che con freddezza da killer sigla il 4-3 che dà la vittoria ai biancazzurri!

 

Queste le parole di mister Massimo Bagatti a fine gara: “Il nostro è un grande gruppo, di ragazzi seri che sono venuti qua per dimostrare qualcosa. Io, quando li ho scelti, sapevo di scegliere tutta gente che ha grande motivazione, che nel calcio fa la differenza, al di là delle qualità. Secondo me hanno ampi margini di crescita”.

 

TABELLINO
Legnago Salus: Enzo, Demian, Botturi (44’ st Forestan), Antonelli, Bondioli, Moretti, Barone (26’ st Dhamo), Yabre, Di Paolo, Cicarevic (26’ st Torelli), Chakir (35’ st Miatton).
A disp.: Ingrassia, Zanetti, Lo Bello, Darraji, Farinazzo. All.: Massimo Bagatti

Adriese: Cabras, Mantovani, Vecchi, Boscolo, Lo Sicco, Capitanio, Parolin (14’ st Lalla), Busetto (14’ st Pandiani) Florian, Lauria (24’ st Aliu), Beltrame (24’ st Nobile).
A disp.: Demalija, Scarparo, Zukic, Boldrin, Finessi. All.: Luca Tiozzo

Arbitro: sig. Bonacina, sez. di Bergamo

Reti: 46’pt Busetto (A), 8’st Chakir (LS), 13’st Barone (LS), 32’st Chakir (LS), 38’st Florian (A) su rigore, 40’st Lo Sicco (A), 45’st Di Paolo (LS) su rigore

Ammoniti: Yabre, Cicarevic e Demian (Legnago Salus); Vecchi, Florian, Pandiani e l’allenatore Luca Tiozzo (Adriese)

Recupero: 1′ e 5′

 

Man of the Match: Vincenzo BARONE
Recupera il pallone che serve poi a Chakir per il pari, quindi insacca perentoriamente il 2-1, ribaltando di fatto il match. Inoltre, tanta corsa e sacrificio: cosa chiedergli di più?

 

#SempreForzaLegnago