Ed è finalmente arrivata anche la prima vittoria casalinga di questa stagione, per il nostro Legnago Salus, che si è imposto sul Tamai per 2-1.
Risultato, questo, che non rispecchia per nulla l’andamento della gara, dato che i ragazzi di mister Massimo Bagatti hanno dominato in lungo e in largo, fallendo almeno 5-6 occasioni da rete, alcune delle quali clamorose, compreso un palo di Andrea Miatton nei minuti finali.

E questo nonostante i nostri fossero partiti un po’ contratti, forse ancora un po’ imballati nello spirito dopo il ko di Feltre.

Inoltre, dopo pochi minuti, arriva l’infortunio di Lorenzo Ranelli, costretto ad uscire dal campo al 12′, e che probabilmente sarà costretto a uno stop non breve, e questo episodio poteva incupire ancor di più i biancazzurri.
Che, invece, reagiscono alla grande, e nel giro di tre minuti si portano in vantaggio: cross dalla sinistra di Botturi, il portiere avversario smanaccia e come un falco arriva Amine Chakir ad insaccare per l’1-0!

Altri 180 secondi e il Legnago sfiora il raddoppio: protagonista ancora Chakir, la cui conclusione impegna il portiere friulano, sulla cui respinta Barone arriva scoordinato e calcia fuori da buonissima posizione.

Poco dopo la mezz’ora i biancazzurri trovano il raddoppio: punizione di Cicarevic, il portiere respinge come può, e stavolta la parte del rapace tocca a capitan Bondioli, che non perdona!

Nel finale di tempo, doppia occasione per il Legnago di chiudere il match: al 42′ apertura sulla destra per Demian che si invola sulla fascia e mette in mezzo per Barone che calcia, ma para a terra il portiere avversario.

In pieno recupero, è lo stesso Demian a trovarsi a tu per tu con l’estremo difensore del Tamai, innescato da una splendida progressione di Chakir, e in qualche maniera il numero uno ospite si salva e si va quindi negli spogliatoi sul 2-0.

 

A inizio ripresa lo spartito non cambia, con il Legnago che manca più volte il 3-0.
Al 7′ dribbling ubriacante di Cicarevic che libera poi il tiro, deviato in angolo da un difensore.

Al 10′ Barone si invola sulla destra e crossa al centro, incornata di Chakir e miracolo del portiere che alza sopra la traversa.

Al 12′ Cicarevic in contropiede lancia in campo aperto Barone, che calcia alto.

Al 18′ scambio veloce nello stretto per il Legnago, con Torelli che va al tiro e il portiere manda in angolo.

Gli ospiti non si vedono fino a metà ripresa, quando Moras prima fa le prove generali al 21′, accentrandosi da destra e calciando in porta, con Enzo che devia in angolo.

Quindi, al 24′, Moras ripete l’azione precedente, e stavolta trova il pertugio giusto: 2-1.

I friulani prendono coraggio, il Legnago inizia a pensare ad amministrare il residuo vantaggio, pronto eventualmente a colpire in contropiede.

Al 40′, il neo entrato Miatton centra un palo clamoroso dopodiché, lo stesso bomber della Juniores (7 reti in 3 partite per lui con l’Under-19) fallisce clamorosamente il gol, in pieno recupero, calciando addosso al portiere l’assist al bacio servitogli da Yabre dopo una lunga cavalcata in contropiede.

Nonostante i tanti errori, però, fortunatamente il Legnago non viene beffato e, al fischio finale, sugli spalti parte finalmente la festa.

 

Ecco le parole di mister Bagatti a fine gara: “Vedere così tante occasioni nitide non concretizzate non è facile, però quello che conta è averle create queste occasioni, di aver portato a casa la prima vittoria interna, a cui tenevamo molto. Noi sapevamo che con la disposizione tattica che abbiamo usato oggi creiamo molto di più: l’avevamo già visto in precampionato e in coppa, ma avevamo però evidenziato delle carenze nella fase di non possesso. Abbiamo sistemato un po’ di cose, mettendo Mek davanti alla difesa e tenendo questo atteggiamento molto offensivo, e la cosa ha pagato, abbiamo creato tantissimo, oggi potevamo davvero fare tanti tanti gol. Alla fine, invece, quando le gambe hanno iniziato un po’ a calare, ci siamo rimessi un po’ più coperti per portare a casa questa vittoria”.

 

TABELLINO
Legnago Salus: Enzo, Demian, Botturi (15’ st Darraji), Ranelli (14’ pt Antonelli), Bondioli, Moretti, Torelli, Yabre, Barone (25’ st Farinazzo), Cicarevic (36’ st Lo Bello), Chakir (39’ st Miatton).
A disp.: Ingrassia, Bagnai, Forestan, Leoni. All.: Massimo Bagatti

Tamai: Da Re, Pertoldi (22’ st Zupperdoni), Peresin (42’ st Lubian), Pessot, Serafin (13’ st Borgobello), Dukic, Masia (14’ st Nezha), Trento, Smrtnik, Moras, Mortati (30’ st Consorti).
A disp.: Pagnucco, Barbierato, Zamuner. All.: Giuseppe Bianchini

Arbitro: sig. Tomasi, sez. di Lecce

Reti: 15’pt Chakir (L), 32’pt Bondioli (L), 24’st Moras (T)

Ammoniti: Bondioli, Darraji, Forestan (Legnago Salus); Serafin, Consorti (Tamai).

Espulsi: nessuno

Recupero: 4′ e 5′

 

Man of the Match: Amine CHAKIR
Alla prima da titolare, porta in vantaggio la squadra, crea almeno un altro paio di palle gol e con i suoi strappi e movimenti è un pericolo costante per la difesa avversaria.

 

#SempreForzaLegnago