E’ stata una battaglia, e i nostri ragazzi l’hanno vinta: la Juniores supera il Mantova e accede ai quarti di finale della fase nazionale del campionato di categoria, entrando quindi nel novero delle 8 formazioni Under-19 più forti d’Italia, per quanto concerne i dilettanti.

Un passaggio del turno sofferto, combattuto, arrivato ai calci di rigore, dopo una sfida epica e carica di emozioni, dove mister Nicola Corestini e i suoi giocatori hanno saputo dare tutto, avendo infine la meglio sulla compagine virgiliana.

Per la quale, in verità, in verità, le cose si erano messe subito decisamente bene: ai biancorossi sono basti infatti 40 secondi per trovare il vantaggio, grazie alla rete di Campagnari, pescato al centro dell’area di rigore dalla punizione-assist di Riccò.

Partenza in salita, dunque, per i biancazzurri, che al 14′ vedono concreta la possibilità del baratro: Gaba atterra a centro area Alberini, pronto ad appoggiare in rete l’assisti di Sbordone, e per l’arbitro è rigore e cartellino rosso.

Sul dischetto va lo stesso Sbordone, che calcia però a lato!
Legnago “salvo”, ma in 10 con quasi tutta la partita ancora da giocare.

Forte del vantaggio e della superiorità numerica, il Mantova si lancia arrembante nella metà campo legnaghese, sfiorando in più occasioni il raddoppio, mancato grazie a qualche imprecisione e ai “miracoli” di Alessandro Rossignoli tra i pali.

Nel frattempo i biancazzurri perdono anche Marco Leoni, uscito per infortunio a metà del primo tempo.

Si va al riposo sull’1-0, e l’inizio della ripresa veda ancora gli ospiti con il pallino del gioco. Ma il passare dei minuti fa crescere in loro la frustrazione nel non riuscire a chiudere la partita nonostante il vantaggio e l’uomo in più, e il Legnago inizia a guadagnare metri.

Trascinati dallo spirito battagliero di capitan Mattia Pennacchio, i biancazzurri cercano il pari, trovandolo al 64′ grazie a una fiammata di Cassano, che serve ottimamente in area proprio Pennacchio (costretto poi anche lui ad uscire per un acciacco), abile a girarsi e battere il portiere avversario.

Con l’1-1 si andrebbe ai calci di rigore e, nonostante qualche tentativo di cambiarne l’esito da ambo le parti, al 95′ il risultato è ancora lo stesso e la qualificazione si deciderà dal dischetto.

La sequenza è thrilling, con due errori legnaghesi cui risponde, con altrettanti penalties parati, Rossignoli. Al quinto tiro, Andrea Miatton trasforma con freddezza, mentre l’ultimo rigore mantovano vola sopra la traversa.

In campo e sugli spalti è il delirio, il Legnago vola ai quarti di finale!

 

TABELLINO
Legnago Salus: Rossignoli, Gaba, Cassano, Leoni (25′ pt Carniel), Seghetto (10′ st Turato), Pasquato, Darraji (30′ st Ferraro), Mantoan (11′ st Miatton), M. Pennacchio (33′ st Murari), Zocco, Marchesini.
A disp.: F. Pennacchio, Lotfi, Barotto, Morello. All. Corestini

Mantova: Doro, Musiani, De Santis, Rossin, Tosi, Delfini, Riccò, Taouriri (39′ st Elezi), Campagnari, Sbordone, Alberini (39′ st Drommi).
A disp.: Anselmi, Cremonesi, Bonaccio, Gjeci, Diop, De Rosa, Darboe. All. Esposito

Arbitro: sig. Di Mario, sez. di Ciampino

Reti: 1′ pt Campagnari (M); 19′ st M. Pennacchio (LS)

Espulsi: 14′ pt Gaba (LS) per fallo da ultimo uomo

 

#SempreForzaLegnago  #BiancazzurriDiDomani