Il Legnago Salus fa il suo dovere a Sondrio, imponendosi per 2-1 sul campo dei valtellinesi, ma i risultati dagli altri campi non sono favorevoli.

Per la salvezza sarà quindi necessario passare per i play-out, e lo spareggio sarà un derby: i biancazzurri, infatti, domenica 12 maggio alle 16 ospiteranno al “Mario Sandrini” il Villafranca che, reduce dallo 0-0 interno contro il Mantova, è stato scavalcato dagli altri “cugini” dell’Ambrosiana.

 

In Lombardia, i ragazzi di mister Andrea Pagan ci mettono subito il piglio giusto, ma l’avversario è ostico, e all’ultima partita in casa non ha certo voglia di passare davanti al suo pubblico come molle o pronto a “mollare la partita” agli ospiti.

Tanto è vero che, dopo che il primo tempo si è concluso sullo 0-0, i padroni di casa sono andati addirittura in vantaggio, grazie alla rete di D’Amuri al 3′, che sa di doccia fredda ma che, in verità, accende ancor di più il sacro fuoco dei legnaghesi, che trovano la rete del pari al 28′, grazie a una proiezione offensiva di Alessandro Orchi.

Dopo essere stato tenuto in partita dai “miracoli” di Thomas Colella (che tra i pali sostituiva l’acciaccato Andrea Cuoco), il Legnago infine trovava anche la rete della vittoria, grazie a Riccardo Cocuzza, nuovamente a segno dopo la tripletta rifilata alla Caronnese.

Al fischio finale tutti a controllare i risultati altrui, ma non arrivano buone notizie da nessuno dei campi interessati e quindi ecco i play-out.

 

Queste le parole di mister Pagan a fine gara: “Noi avevamo un obiettivo, che era venire qui a vincere e a fine partita sapere i risultati degli altri, anche se in verità li abbiamo saputi un po’ prima della fine. Rimango sempre con qualche perplessità davanti a certi risultati, arrivati con una facilità che noi non abbiamo mai avuto: noi il nostro lo abbiamo fatto, gli altri no. Adesso bisogna resettare tutto per prepararci a questo obiettivo importante, in casa e con due risultati su tre”.

Il tecnico ha avuto poi parole importanti per Colella: “Vorrei sottolineare quello che ha fatto durante tutto l’anno, sempre il primo incoraggiare i compagni, a partire proprio da quelli del suo ruolo. Se lo meritava”.

 

TABELLINO
Sondrio: Lassi, Mostacchi (34′ st Idrissi), Mara, Baggi, Cannataro (21′ st Botticini), Ronzoni, Della Cristina, D’Amuri (24′ st Vono), Fognini, Beltrame (21′ st Valente), Antonucci (43′ st Mossinelli).
A disp.: Guerci, De Respinis, Salcone, Ambrosini. All. Nordi

Legnago Salus: Colella, Dabo, De Gregorio, Marin (14′ st Mantovani), Orchi, Parrino, Bruni (10′ st Darraji), Di Dionisio, Cocuzza, Kouame, Vita (42′ st Peinado).
A disp.: Cairola, Turato, Porcaro, Taylor, Lotfi, Miatton. All. Pagan

Arbitro: sig. Andreano, sez. di Prato

Reti: 3′ st D’Amuri (S), 28′ st Orchi (LS), 45′ st Cocuzza (LS)

Ammoniti: Ronzoni (S), Baggi (S), Cocuzza (LS)

Espulsi: nessuno

Recupero: 1′ e 5′

 

Man of the Match: Thomas COLELLA
Torna titolare dopo diverso tempo, e si fa trovare subito prontissimo, con almeno 4 interventi decisivi, che fanno gridare al “miracolo”. Questa vittoria è soprattutto sua.
Un plauso anche ad Alessandro Orchi, guerriero inarrestabile, che segna l’1-1 e carica i compagni senza soluzione di continuità.

 

#SempreForzaLegnago