Il Legnago Salus si aggiudica il derby veronese di giornata, contro il Villafranca, vendicando la sconfitta patita all’andata, e facendo 2 su 2 nei derby casalinghi, stante il successo ottenuto anche contro l’Ambrosiana, a inizio 2019.

Una vittoria importante per i nostri ragazzi, di carattere, voluta e meritata, che proietta per la prima volta in stagione la nostra Prima Squadra fuori dalla zona play-out, in quella che oggi significherebbe salvezza certa, senza spareggi di sorta.

Ma sono calcoli effimeri, con ancora 3 partite da giocare, e con un pugno di squadre che si giocano punto su punto le proprie possibilità.
Proprio come la compagine di mister Andrea Pagan sarà chiamata a fare già giovedì a Darfo Boario (Bs), altro scontro diretto, e che può indirizzare in maniera importante i destini delle due squadre in campionato.

Esattamente come questo derby, significativo soprattutto per la ravvicinata posizione di classifica delle contendenti, oltre che per il fascino della rivalità campanilistica, e che ha visto il Legnago scavalcare in classifica i “cugini”, e agguantando proprio il Darfo Boario, che paga però la sconfitta nello scontro diretto dell’andata.

Parte subito forte il Legnago che infatti, al 6′ minuto è già in vantaggio: spizzata di testa da parte di Danilo Peinado su un cross dalla destra, e palla a Diego Vita che con freddezza insacca l’1-0.

La gioia biancazzurra, però, dura meno di 120 secondi: gli ospiti, infatti, guadagnano un calcio di punizione sui 35-40 metri, del quale si incarica Pellacani. Bolide del numero 4 villafranchese, che sorprende Cuoco e rimette subito tutto in parità.

Il Legnago non si abbatte, tiene sostanzialmente il pallino del gioco e il predominio territoriale, ma il resto del primo tempo si conclude senza alcun altro sussulto, fatta eccezione per una bella conclusione di Vita al 20′, finita però alta sopra la traversa.

La seconda frazione di gioco assomiglia molto alla prima, con un primo quarto d’ora tattico ma senza pericoli per i portieri, che quando non ci arrivano ci pensano i pali.
Succede proprio al quarto d’ora, con Diego Vita che si lancia in dribbling e poi fa partire un tiro angolatissimo, che sbatte sul palo interno e viene poi liberata dalla difesa avversaria.

2 minuti più tardi bella conclusione di Dabo, sganciatosi in proiezione offensiva, con deviazione in calcio d’angolo.

Al 26′ l’episodio chiave: cross dalla sinistra da Vita, con la palla che “trova” la testa di Peinado che la spinge in rete, trovando però la mano del capitano avversario Avanzi, che di fatto ha “parato” il tiro. Calcio di rigore e cartellino rosso per il “3” del Villafranca, sul dischetto va Vita che non perdona. 2-1!

A questo punto, sotto di un gol e con un uomo in meno, il Villafranca si lancia disperatamente all’attacco, Peinado va a fare il centrale difensivo respingendo di tutto con la testa, e il Legnago tiene botta fino al 50′, quando arriva il fischio finale che sa di liberazione.

I ragazzi si abbracciano a centrocampo, uscendo tra gli applausi, che tanto loro quanto Pagan ricambiano: il derby è nostro!

“E’ stata una partita interpretata bene – ha detto il tecnico a fine gara il tecnico – fin dalla prima giocata: facevamo le cose viste in allenamento, abbiamo preso campo e siamo andati in vantaggio. Poi è arrivato l’1-1 che ci ha fatto evidentemente vedere vecchi fantasmi, e avevamo timore, paura e abbiamo iniziato con le palle lunghe, le seconde palle, e questo non è il nostro gioco, ma nonostante questo non abbiamo quasi mai sofferto. All’intervallo, con i ragazzi, ci siamo detti che bisognava fare attenzione a non perdere il pallone, e abbiamo creato due buone occasioni, che in partite così sono già tante, perché a questo punto è difficile vedere il bel calcio, adesso conta la sostanza. Ora siamo fuori per la prima volta dalla zona play-out, respiriamo per la prima volta, ma non è niente: dobbiamo soffrire ancora, dobbiamo andare a Darfo a fare una partita di sostanza per vincere”.

 

TABELLINO
Legnago Salus: Cuoco, Dabo, De Gregorio, Di Dionisio, Orchi, Parrino, Darraji, Kouame (16′ st Ibe), Peinado, Mantovani (18′ st), Vita.
A disp.: Colella, Marchesini, Porcaro, Taylor, Bruni, Cocuzza, Miatton. All. Pagan

Villafranca: Martello, Guerrini, Avanzi, Pellacani, Foroni, Tanaglia, Porcelli, Bortignon, Bertoli, Fitta, Elefante.
A disp: Quintarelli, Amoh, Zoppi, Matei, Amorosino. All. Facci

Arbitro: sig. Gullotta, sez. di Siracusa

Reti: 6′ pt Vita (LS), 8′ pt Pellacanti (V); 27′ st Vita (LS)

Ammoniti: Dabo e Peinado (LS); Bortignon e Guerrini (V)

Espulsi: 26′ st Avanzi (V), per fallo da ultimo uomo

Recupero: 2′ e 5′

 

Man of the Match: Diego VITA
Doppietta, freddezza sul rigore, assist per Peinado nell’azione che ha portato al tiro dal dischetto, corsa, leadership e qualche numero. Uomo in più in assoluto.
Menzione doverosa per Danilo Peinado, che serve l’assist del primo vantaggio, si guadagna il penalty della vittoria, e finisce il match da centrale difensivo. Chapeau

 

#SempreForzaLegnago