Seconda vittoria consecutiva per la nostra Prima Squadra che, dopo aver rotto il ghiaccio domenica scorsa a Caravaggio, ha finalmente rotto il tabù dei 3 punti anche in casa, regolando per 1-0 un Seregno tosto e ostico.

Il Legnago arriva a questo match con diverse novità, le principali delle quali sono l’addio del capitano Niccolò Zanetti e il ritorno di Danilo Peinado, che scende subito in campo al centro dell’attacco biancazzurro.

Parte inizialmente in panchina, invece, l’altro neo-acquisto del fronte offensivo, Riccardo Cocuzza. Da segnalare, inoltre, la nuova convocazione tra i “grandi” per Pietro Mantoan e Tommaso Marchesini, talentini della Juniores Nazionale.
Una scelta, quella di mister Andrea Pagan, legata anche a diverse altre uscite in sede di calciomercato, e dalla volontà di concedere maggior spazio ai ragazzi della nostra cantera.

Parte meglio il Legnago, che al 5′ minuto vede subito Peinado impegnare di testa il portiere avversario, che para.
Al 1o’ è sempre “Testina d’oro” a inzuccare, su punizione di Joey Taylor, non trovando però lo specchio della porta.

Quindi, al 12′, De Gregorio prova a bissare la “magia” di Caravaggio, con un tiro da fuori che non sorprende però l’estremo difensore lombardo.

Dopo questa fase iniziale decisamente appannaggio dei padroni di casa, inizia ad uscire il Seregno che al 13′, dopo un doppio velo in area, vede Capelli andare al tiro, calciando però a lato.

Al 19′ Legnago vicinissimo al vantaggio: bellissimo cross di Taylor, e Peinado puntuale come sempre di testa, ma un miracolo di Lupu gli strozza in gola la gioia per un ritorno bagnato dal gol.

Passa un minuto, e Andrea Cuoco risponde al collega, con una super parata sulla girata di Grandi, bomber del Seregno.
Altro giro di orologio, e un tiro al volo di Capelli è deviato in angolo da Taylor.

La gara, quindi, vive una fase di studio, tornando a infiammarsi al 43′ quando, dopo una mischia in area, La Camera serve Esposito, che dalla sinistra fa partire un cross su cui impatta al tiro Capelli, colpendo il palo.
Sulla ripartenza, Vita riesce a servire Peinado, che manda alto sopra la traversa.

All’intervallo mister Pagan è costretto a sostituire il nuovo capitano, Elian Franco Parrino, per un affaticamento, mandando in campo Gian Marco Rizzo.

Nella ripresa, è il Seregno a partire più forte, e al 50′ si rende pericoloso nell’area legnaghese con una serie di batti e ribatti, che fortunatamente la retroguardia di casa riesce a liberare.

Al 59′ Vita scodella un pallone perfetto per Peinado, ma stavolta è la traversa a negargli il gol.

Al 65′ Cuoco è bravo ad allontanare smanacciando un pericoloso cross avversario.

Al 71′ ecco l’episodio decisivo del match: bel contropiede del Legnago, con Vita che da sinistra converge verso il centro andando al tiro. Il portiere avversario respinge, e sul pallone si avventa come un avvoltoio il neo-entrato Cocuzza, che insacca per l’1-0, festeggiando nel modo migliore il suo debutto in biancazzurro.

                                              

Il Seregno prova a reagire, conquistando diversi calci d’angolo: alla mezz’ora, su un colpo di testa in mischia, Cuoco è bravissimo a deviare in angolo.
Quindi, all’81’, è De Gregorio a salvare sulla linea un colpo di testa di Artaria, su corner batutto da La Camera.

All’84’ la retroguardia legnaghese è brava a liberare dopo una mischia in area, quindi la squadra è brava a controllare il match fino al fischio finale.

Il Legnago vince ancora!

“Questa vittoria – ha commentato a fine gara mister Pagan – la volevamo, serviva per valorizzare la vittoria della settimana scorsa. Quando vinci una partita sola non hai fatto niente. Si sta lavorando perché è fondamentale dare continuità, adesso si può dire che qualcosa di buono lo stiamo facendo. E’ stato importante non aver preso gol, è stato importante saper soffrire nel modo giusto, solo su qualche palla inattiva. Adesso ci godiamo questa vittoria, che ci fa fare punti e guadagnare un posto in classifica. Abbiamo fatto una bella partita, con la voglia giusta, con l’atteggiamento giusto. La nostra è una missione complicata ma fattibilissima. Noi ci crediamo”.

Sul debutto con gol-vittoria di Cocuzza, il tecnico si è così espresso: “Cocuzza penso sia entrato bene in partita, al di là del gol. Si è dimostrato bello vivo, vispo, e questo è l’atteggiamento che noi vogliamo dai ragazzi che arrivano”.

Sul derby con il Villafranca, che si giocherà in anticipo sabato 8 dicembre alle 14.30, infine: “Siamo due squadre che stanno bene, da martedì ci pensiamo. Ma è una tappa fondamentale”.

 

TABELLINO
Legnago Salus: Cuoco, Dabo, De Gregorio, Marin, Di Dionisio, Parrino (1′ st Rizzo), Taylor (33′ st Kouame), Gulinatti (39′ st Sandrini), Peinado (19′ st Cocuzza), Vita, Bruni.
A disp.: Colella, Gaba, Mantoan, Marchesini, Veratti. All. Andrea Pagan

Seregno: Lupu, Bonaiti (17′ st Fumagalli), Gritti, Capelli (23′ st Cavalcante), Artaria, La Camera, Grandi, Fasoli, Esposito, Romeo (29′ st Calmi), Ampollini (33′ st Ronchi).
A disp.: Mora, Pribetti, Omayer, Conti, Mantegazza. All. Fulvio Saini

Aribtro: sig.ra Bianchi, sez. di Prato

Reti: 26′ st Cocuzza (LS)

Ammoniti: De Gregorio, Marin, Peinado e Gulinatti (LS)

Espulsi: nessuno

Recuperi: 0′ e 4′

 

Man of the Match: Andrea CUOCO
Criticato per qualche sbavatura a inizio stagione, ha risposto da giocatore maturo, nonostante la giovanissima età (19 anni), andando costantemente in crescendo, fino alla superba performance di oggi, dove con 3 paratone ha contribuito in maniera determinante al secondo successo consecutivo dei nostri.

 

#SempreForzaLegnago