Una sconfitta che ha poco da raccontare, quella patita oggi in casa della Caronnese. Un netto 3-0, contro un formazione che gioca un ottimo calcio e che, oggettivamente, merita di stazionare nelle posizioni di alta classifica, dove lotta per vincere il campionato.

Eppure il match ha rischiato di prendere una piega del tutto diversa, dato che alla prima azione il Legnago Salus ha rischiato di passare in vantaggio: sono bastati una trentina di secondi perché Bruni si trovasse nell’area avversaria con la possibilità di calciare in porta.
Il suo diagonale destro, però, è troppo stretto, e si spegne a lato del portiere avversario, che può così tirare un sospiro di sollievo.

Scampato il pericolo, la Caronnese si mette a macinare gioco, e al quinto minuto passa in vantaggio: Pittarello si libera bene in area, va al tiro e Cuoco devia in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner, Pavan è più lesto di tutti e insacca l’1-0.

Il gol mette il turbo ai padroni d casa, che prendono il controllo assoluto del match, e al 10′ sfiorano il clamoroso raddoppio: azione personale di Di Munno, che libera poi un tiro potente che, a Cuoco battuto, si stampa su un legno.

Al 17′ altra azione pericolosa della Caronnese, col pallone che viene calciato via sulla linea di porta dai difensori biancazzurri, che 3 minuti più tardi sono graziati da Piraccini, che calcia alto.

A metà tempo si rivede il Legnago: cross di Diego Vita dalla destra, Peinado in tuffo manca di un soffio l’impatto col pallone.

Alla mezz’ora, ecco il 2-0: inserimento sulla destra di Mandracchia, difesa legnaghese distratta, palla indietro per l’accorrente Di Munno, che calcia a rete e trafigge Cuoco.

Poco prima che l’arbitro mandi tutti negli spogliatoi, altro brivido su calcio d’angolo, ma la difesa biancazzurra stavolta se la cava.

 

La ripresa è anch’essa nel segno della Caronnese: colpo di testa ravvicinato di Villanova (ex biancazzurro), con miracoloso salvataggio in angolo di Cuoco.
Il portiere legnaghese, però, al 12′ viene beffato in uscita su un lungo lancio dalla metà campo rossoblu: l’estremo difensore va per anticipare fuori area di piede Piraccini, che ci arriva un secondo prima, lo supera, e appoggia a porta vuota per il definitivo 3-0.

Al 27′ altra occasione per Villanova, servito da Roveda, Cuoco devia nuovamente in angolo.

Alla mezz’ora, un pallone vagante nell’area avversaria finisce a Vita, che calcia alto da buona posizione.

7 minuti dopo bello spunto personale del neo entrato Ibe, che serve Vita, il cui tiro è però debole.

120 secondi più tardi, Gulinatti riceve un bel pallone al limite dell’area, ma la palla gli finisce sul destro, che non è il suo piede, e il tiro non centra lo specchio della porta.

Ultima azione degna di nota al 43′: punizione sul lato destro dell’area di rigore, vicinissima alla linea, Corno di testa manda alto.

 

Queste le parole di mister Andrea Pagan a fine gara: “Questa è una di quelle domeniche in cui bisogna fare i complimenti all’avversario, uno dei pochi che gioca a calcio, e quando perdi contro certe squadre la sconfitta è meno dolorosa. Detto questo, noi dobbiamo fare mea culpa per i primi 10-15 minuti perché non si possono sbagliare certi gol e non se ne possono prendere come quello che abbiamo concesso noi per l’1-0. Contro squadre così devi essere bravo e sfruttare le occasioni; non lo abbiamo fatto e adesso dobbiamo accettare il risultato e pensare alla partita di sabato contro il Sondrio: è fondamentale finire bene l’anno per impostare in un certo modo il nostro girone di ritorno”.

 

TABELLINO
Caronnese: Barlocco, Mandracchia (13′ st Roveda), Baldo, Di Munno, Costa, Pavan, Piraccini (33′ st Diaferio), Gattoni, Pittarello (1′ st Barbera), Rinaldi (28′ st Cazzaniga), Villanova (41′ st Corno).
A disp.: Minerva, Manti, Raccuglia, Mariutti. All. Mazzoleni

Legnago Salus: Cuoco, Dabo (1′ st Cocuzza), De Gregorio (39′ st Marchesini), Marin (24′ st Orchi), Porcaro, Parrino, Di Dionisio (1′ st Sandrini), Gulinatti, Peinado (18′ st Ibe), Vita, Bruni.
A disp.: Colella, Taylor, Kouame, Congiu. All. Pagan

Arbitro: sig. Longo, sez. di Cuneo

Reti: 5′ pt Pavan, 30′ Di Munno; 12′ st Piraccini

Ammoniti: Gattoni e Mandracchia (C), Peinado e Vita (LS)

Espulsi: nessuno

Recuperi: 1′ e 3′

 

Man of the Match: Chinaecherem IBE
Il suo ingresso in campo dà un minimo di scossa al fronte offensivo legnaghese: un paio di buoni spunti, almeno uno avrebbe meritato maggior fortuna.

 

#SempreForzaLegnago