Il F.C. Legnago Salus comunica di aver affidato la guida tecnica della Prima Squadra al signor Andrea Pagan, che sarà affiancato dai confermati Massimo Mattiazzo e Lanfranco Virgili.

 

Chioggiotto, classe ’78, mister Pagan ha un passato da centrocampista nelle serie minori, cui è seguito la carriera da allenatore, iniziata nel Settore Giovanile dell’allora Sottomarina, oggi Clodiense.

Seguono le esperienze, sempre a livello giovanile, con Noventa Padovana e Albignasego che gli valgono la chiamata del Cittadella, dove guiderà per 2 stagioni gli Allievi Nazionali e per una la formazione Primavera.

Dopo il triennio in granata prende il via la sua carriera di allenatore di Prima Squadra, alla Clodiense, sulla cui panchina rimane per due annate. Quindi Este, AltoVicentino e Union Feltre; ora il Legnago Salus.

 

“Sono contento della chiamata del Legnago – le prime parole del nuovo tecnico – società con grandissima esperienza nella categoria, una società importante, che ringrazio per aver pensato a me. Quando ti scelgono vuol dire che c’è stima, si vede che anche quando ci siamo incontrati da avversari si è creata empatia, ed evidentemente hanno pensato che io sia la persona giusta e di questo li ringrazio di cuore”.

Su questa nuova avventura Pagan si esprime così: “È la prima volta che subentro, e arrivo con un entusiasmo incredibile e una voglia matta di mettermi in gioco. Mi mancava il campo. La squadra ha una certa qualità, poi qualcosa evidentemente bisognerà fare. Ma non mi piace giudicare quanto fatto da altri, da fuori le cose si vedono in un certo modo, ma bisogna vederle sul campo. Però partiamo con una base di squadra importante, vedremo di trovare equilibrio e fiducia nei propri mezzi”.

 

Queste le parole del direttore generale, Mario Pretto: “Il nuovo mister lo abbiamo già incontrato più di qualche volta, nei campionati passati, e rientra in quelle che sono le caratteristiche su cui vuole puntare la società: è giovane, preparato, motivato, conosce la categoria e ha già fatto risultati importanti. Viene qui con tanto entusiasmo e si mette in gioco, come tutti noi, per conseguire qui risultati che ci siamo prefissati”.

Per il direttore sportivo Antonio Naliato: “Adesso bisogna cambiare pagina, pensare a risollevare le sorti della squadra, le possibilità ci sono. Sono molto dispiaciuto per Manuel [Spinale], ma il purtroppo è così. La nostra situazione è un po’ precaria e allora, per il bene della società, era giusto optare per soluzioni diverse. Il nuovo allenatore ha un buon curriculum, esperienza per la categoria non indifferente. Certo, inizia con un impegno non facile, ma le partite partono tutte da 0-0, e nel calcio ci sta tutto. Gli auguro buon lavoro”.

 

#SempreForzaLegnago